Sono un tipo molto indipendente, e oltre a non uscire mai senza il polar a370, esco anche con la mia fidanzata! Non so se ve lo ricordate ma ho accennato a lei parlando della mia epica partita di calcetto, perché riesce a sorprendermi ed abbiamo instaurato una connessione abbastanza stretta. Giorgiana è una donna molto attraente, non solo per il fisico ma anche per le sue doti intellettive, perché è una persona molto interessante e mi trovo bene con lei.

Ho deciso di pensare alla cena con la mia fidanzata in modo da poter offrirle una serata particolare. Noi due stiamo bene insieme, anche perché la pensiamo allo stesso modo, ovvero amiamo la vita all’aria aperta e gli animali. Quindi ecco l’idea: un’escursione con cena finale al sacco sulle panchine con i nostri cani. E’ chiaro che alla maggioranza delle persone questa prospettiva potrebbe sembrare poco apprezzabile, ma alla fine per noi essere completamente immersi nella natura con i nostri cani, rappresenta un ottimo modo per passare qualche ora in pieno divertimento.

Quando le ho proposto la cosa ne è stata entusiasta, per cui abbiamo preparato gli zaini e le vettovaglie e via di corsa verso la nostra meta. Dovete sapere che io amo molto anche la fotografia naturalistica, quindi non potevo lasciare la mia macchina fotografica a casa.

La mia filosofia è godere della natura cercando di impattare su di essa il meno possibile, quindi non sporcare l’ambiente e non disturbare gli animali cercando di tornare ad essere un elemento della natura. I nostri cani sono ben educati e ci ascoltano, pertanto abbiamo potuto lasciarli liberi e farli divertire seguendo i vari odori che il bosco offre. Quando il loro stomaco comincia a borbottare, tornano alle loro crocchette, quindi noi abbiamo potuto fare la nostra cena speciale. Abbiamo cenato prima del solito, in quanto non volevamo fare troppo tardi perché i cani ad una certa ora devono tornare a casa.